About

GNU/Linux

Questa pagina è relativa all’edizione del corso GNU/Linux avanzato e tecnologie aperte primavera 2019 organizzato da Netstudent e WEEE Open.

Il corso verte su argomenti informatici di amministrazione di sistema inerenti Linux e l’uso di alcuni software open source per la gestione di server. Il corso è completamente gratuito e aperto a tutti.

Il corso è finito, è ora disponibile il questionario finale. C’è tempo per compilarlo fino alle 23.59 di domenica 9 giugno 2019.

A chi si rivolge

Durante le precedenti edizioni del corso di GNU/Linux base, più volte è emersa la necessità di un corso avanzato in cui, dando per scontato l’operatività di base (uso del filesystem, gestione dei processi, utilizzo dell’interfaccia grafica, installazione di una distribuzione, ecc.), ci si concentri su aspetti avanzati (ad esempio la configurazione dei server). Nel tempo all’interno del corso GNU/Linux avanzato sono state inserite alcune lezioni che hanno preso sempre maggiore spazio, le quali vanno oltre il mero utilizzo di GNU/Linux trattando argomenti legati a tecnologie aperte. Da qui la nuova denominazione del corso: GNU/Linux avanzato e tecnologie aperte.

Il corso si rivolge:

  • A chi ha già partecipato ad un corso base
  • A chi ritiene di avere un po’ di dimestichezza con GNU/Linux e vorrebbe approfondire alcuni aspetti
  • A chi è interessato alle tecnologie aperte

Iscrizione

È possibile iscriversi al corso inserendo in un form un indirizzo e-mail valido e poche altre informazioni. L’iscrizione è utile per ottenere l’attestato di frequenza (in presenza dei requisiti necessari), ma non è obbligatoria per frequentare il corso.

Promemoria e Canale Telegram

I promemoria e le informazioni importanti inerenti il corso saranno pubblicate su questa pagina e sul canale Telegram @corsolinuxpolito. Telegram è un’applicazione di messaggistica istantanea open source largamente diffusa, liberamente scaricabile e disponibile per i principali sistemi operativi.

Calendario

Le lezioni si terranno sempre di martedì sera, dalle 19.00 alle 20.30, nei seguenti giorni:

  • 9 aprile 2019
  • 7 maggio 2019
  • 14 maggio 2019
  • 21 maggio 2019
  • 28 maggio 2019

Lezione 1

Martedì 9 aprile 2019 dalle 19:00 alle 20:30 Aula 1
Speaker: quel_tale
Materiale: Slide e altro materiale: file, esempi, codice sorgente, etc…
Argomento:

Ansible: gestione della configurazione del sistema in maniera automatizzata.

Installare e configurare software su dei server, ma anche su una flotta di workstation identiche (es: pc aziendali in un ufficio, laboratori di informatica) è un’operazione lunga e ripetitiva. L’approccio classico per gestire la configurazione è “il sistemista entra in un computer alla volta e applica le modifiche a mano”, spesso aiutandosi con script dal funzionamento traballante e arcano. Questo metodo oggi non è più sostenibile, ma fortunatamente esistono software come Ansible, che si pongono un duplice obiettivo: esprimere la configurazione in un formato più leggibile e solido di uno script, e automatizzare quanto più possibile l’esecuzione di queste operazioni.

Lezione 2

Martedì 7 maggio 2019 dalle 19:00 alle 20:30 Aula 1
Speaker: pna
Slide: Slide (versione originale)
Argomento:

git: version control di progetti software.

Conoscere git è un obbligo morale per qualsiasi sviluppatore, è il software di gran lunga utilizzato per “versionare” il codice in modo da avere uno storico delle modifiche effettuate e non fare danni irreversibili, oltre che per lavorare a progetti software in maniera collaborativa. Oltre che per il software, git ha trovato applicazione anche in alcuni campi del mondo accademico per gestire la scrittura di articoli scientifici da parte di più autori.

Lezione 3

Martedì 14 maggio 2019 dalle 19:00 alle 20:30 Aula 1
Speaker: Oiras0r
Slide: da caricare
Argomento:

Docker: container per applicazioni

Così come è ormai finita l’era dei server configurati a mano uno ad uno da un sysadmin, così è finita l’era delle applicazioni installate una ad una, con grande attenzione alle dipendenze contrastanti richieste da ogni applicazioni diverse sullo stesso server, che spesso si traduce nell’impossibilità di aggiornare le applicazioni stesse per paura di fare danni alle altre. Da anni un nuovo approccio ha preso piede in questo campo: l’uso di container, che racchiudono l’applicazione e tutte le dipendenze necessarie, in maniera simile alle macchine virtuali. Questo consente alle applicazioni di non interferire tra loro, oltre che a “deployare” e rimuovere applicazioni da un server in maniera molto rapida, anche eventualmente automatizzata, per far fronte a carichi di lavoro che cambiano nel tempo.

Lezione 4

Martedì 21 maggio 2019 dalle 19:00 alle 20:30 Aula 1
Speaker: Dimitri
Slide: Slide
Argomento:

Zabbix: monitoraggio del sistema e di server

Una server farm con centinaia di server. Un palazzo di uffici con decine di postazioni di lavoro. Esistono numerosi strumenti software per configurare grandi flotte di computer nel minimo tempo possibile, ma per quanto raffinati possano essere quegli strumenti e accurata la configurazione, manca un aspetto fondamentale: il costante controllo sullo stato e sul funzionamento del sistema. Bisogna essere certi che tutti i servizi siano attivi, che tutti i collegamenti di rete non congestionati, che i dischi non siano pieni, che l’hardware sia regolarmente operativo e così via. In questo, Zabbix può aiutarci raccogliendo dati su tali aspetti da ogni singolo computer, aggregandoli e storicizzandoli, e mettendoci a disposizione statistiche e notifiche in tempo reale.

Lezione 5

Martedì 28 maggio 2019 dalle 19:00 alle 20:30 Aula 1
Speaker: Alberto Varesio
Materiale: slide ed esempi
Argomento:

HPC: High performance computing

Supercomputer e calcolo parallelo. Come i computer simulano e risolvono i problemi di fluidodinamica, metereologia, prospezioni petrolifere, biologia, crash-test. Applichiamo gli stessi metodi per sfruttare al meglio i nostri computer.

Altre edizioni del corso

Corsi GNU/Linux realizzati in collaborazione con associazioni e team studenteschi:

Attestato di frequenza

Per poter ottenere l’attestato è necessario iscriversi al corso. Durante le lezioni sarà disponibile il registro degli iscritti per raccogliere le firme di presenza.

Al termine delle lezioni sarà possibile richiedere l’attestato di frequenza compilando un questionario online, utile anche a dare un feedback sul corso.

Gli attestati sono inviati a chi ha raggiunto il numero di presenze necessario (almeno 4 lezioni frequentate). Ringraziamo anticipatamente chi compila tale questionario anche in assenza del numero di presenze sufficienti per richiedere l’attestato di frequenza.

Contatti

Per qualsiasi problema contattate via mail all’indirizzo linux@studenti.polito.it